Anolini

Anolini

Persone: 6

Regione di appartenenza: Emilia Romagna

Categoria della ricetta: Minestre in brodo

Ingredienti:
Per la pasta: un chilo di farina, cinque uovaPer il ripieno: 600 gr di coscia di manzo, 150 gr di burro, 300 gr di pangrattato, formaggio parmigiano reggiano, sedano, carota, cipollina, due chiodi di garofano, un cucchiaino di salsa di pomodoro, cinque uova, noce moscata

Preparazione:
Rosolare nel burro, in una pignatta di terracotta, la verdura; quindi aggiungere la carne. Coprire la carne con acqua tiepida. Coprire la pignatta con diversi fogli di carta paglia e sui fogli una fondina, nella quale si sarà versato vino rosso: la tradizione vuole così. Porre di nuovo al fuoco lasciando cuocere il tutto assai lentamente per 12 ore circa. A metà cottura aggiungere la salsa di pomodoro. Cotta la carne, che si sarà quasi completamente sfatta in un sugo ben denso, preparare 300 gr di pangrattato. Aggiungervi abbondante formaggio parmigiano reggiano grattugiato stravecchio, il sugo della carne e, volendo, le verdure, quelle che fossero rimaste, finemente tritate, cinque uova e un pizzico di noce moscata. Amalgamare bene il tutto e lasciare riposare per una nottata. Preparare una sfoglia con un chilo di farina, cinque uova intere e quel tanto di acqua che basti per fare una pasta morbida. Lavorare bene e tirare la sfoglia il più sottile possibile. Sulla sfoglia porre a giusta distanza tante palline del ripieno, grosse quanto una nocciola, e ripiegare su di esse la sfoglia avendo cura che i margini aderiscano bene, affinché all'interno non rimanga aria che potrebbe provocare l'apertura dell'anolino durante la cottura. Tagliare coll'apposito stampino. Gli anolini vanno cotti e serviti in brodo di manzo e cappone.