Acquacotta Con Le Erbarelle

Acquacotta Con Le Erbarelle

Persone: nd

Regione di appartenenza: Lazio

Categoria della ricetta: Minestre in brodo

Ingredienti:
finocchio selvatico, pastinache, orecchio di lepre, coste d'asino, crispigno, sugamele, pomodoretti, 2 spicchi di aglio, peperoncino, olio extravergine di oliva, pane casareccio raffermo, sale

Preparazione:
Dopo averle ben lavate, mettere a cuocere le erbarelle , a fuoco basso, in una casseruola contenente poca acqua, leggermente salata, insieme con l'aglio, mezzo peperoncino e i pomodoretti piccoli tagliati a metà. A cottura ultimata, il brodo deve risultare appena sufficiente a bagnare il pane disposto sul fondo del piatto. Versare quindi il tutto sulle fette di pane, lasciare riposare per qualche minuto, scolare l'eventuale brodo non assorbito e condire con abbondante olio extravergine di oliva. Per arricchire il piatto a volte si aggiunge un uovo a testa, cotto in camicia. A Viterbo chiamano erbarelle l'insieme delle erbe selvatiche che si usano appunto per l'acquacotta e che possono variare a seconda dei gusti e dei periodi dell'anno.